FIRENZE ROCKS – VISARNO ARENA – 23-24-25/06/2017

FIRENZE ROCKS – VISARNO ARENA – 23-24-25/06/2017


Ragazzi, ci aspetta un altro weekend intenso (e in trasferta per la sottoscritta).

Già, perché da venerdì 23 a domenica 25 giugno si terrà il Firenze Rocks, ovviamente nel capoluogo fiorentino e precisamente alla Visarno Arena, vicino alla Stazione Leopolda.

La line up dei tre giorni è una FIGATA!

Venerdì 23 giugno si parte con Jack Lukeman, un cantante e cantautore irlandese e si prosegue con i Deaf Havana. Dopo un inizio pressoché EMO, la band inglese guidata da James Veck-Gilodi ha acquisito sonorità tendenti al pop rock, che però vale la pena ascoltare. Album consigliato: Fools and Worthless Liars. 

La serata si scalderà con la band di Brian Molko che celebra quest’anno i 20 anni di carriera con il loro tour ’20 YEARS OF PLACEBO‘.

Dalle 21.00 in poi finalmente loro! Gli AEROSMITH inonderanno di puro rock’n’roll la Visarno Arena con il loro “finto” tour di addio AERO-VEDERCI BABY! Steven Tyler & Co. sono certa che vi/ci regaleranno uno show pazzesco e vi sembrerà di essere sul Sunset Strip degli anni’80 (anche se loro in realtà sono di Boston). Perché “finto”? Mmm, perché dubito che questi ragazzacci riescano a stare lontano dal palco per troppo tempo.

Le setlist scelte per le ultime tappe prima di quella italiana sembrano moooolto interessanti, con tante canzoni degli album più belli e conosciuti. Vedremo cosa ci riserveranno!

Sabato 24 giugno, invece, si cambia mood. Infatti, sul palco si esibiranno:

  • Eva Pevarello: cantante italiana consacrata dall’ultima edizione del talent X Factor. Chi mi conosce sa che non sono un’amante della musica italiana, quindi mi scuso se non entro nel merito della sua musica. Posso solo dire che vocalmente mi sembra molto brava.
  • Glen Hansard: artista irlandese, voce e chitarrista dei The Frames, divenuto ancora più famoso grazie alla collaborazione con Markéta Irglovà che l’ha portato a vincere un Oscar nel 2008 come Miglior Canzone Originale del film Once.
  • The Cranberries: dopo anni di silenzio, la band di Dolores O’Riordan torna in tour con l’album “Something Else”, una raccolta “acustica” di famosi brani dei Cranberries con l’aggiunta di tre nuove tracce.

E dulcis in fundo…Eddie Vedder, oh Eddie (da leggere con un sospiro finale).

Sono anni che aspetto di ascoltarlo dal vivo, so a memoria le canzoni dei Pearl Jam e anche quelle della colonna sonora del film Into the Wild scritta interamente da questo genio malinconicamente delicato. Mi dispiace sinceramente non averlo mai visto, ad oggi, in tour con i Pearl Jam, ma sono certa che anche in versione solista mi/ci farà un regalo prezioso da portare nel cuore perché le canzoni che ha scelto di inserire nelle tappe di questo tour sono semplicemente meravigliose.

Potrete scaricare tutta la vostra rabbia e adrenalina domenica 25 giugno perché sicuramente sarà la giornata più “pestata” del festival. Nell’ordine saliranno sul palco Mallory Knox (che suoneranno a Milano il 16 giugno al Fabrique in apertura ai Simple Plan), seguiti dai Don Broco, gruppo rock inglese dai toni alternative/post-hardcore che ha pubblicato recentemente l’ultimo singolo “Pretty”realizzando un video divertentissimo che potete trovare QUI.

Quando ormai saremo già belli carichi, sarà l’ora dei PROPHETS OF RAGE (canzone dei Public Enemy). La band è un mix di rap e metal, anche perché è formata da artisti come Tom Morello (Rage Against The Machine – Audioslave), Tim Commerford e Brad Wilk (entrambi dei RATM), Chuck D e Dj Lord dei Public Enemy e alla voce B-real dei Cypress Hill.

Dalle 21.00 potremo goderci di SYSTEM OF A DOWN e fare un sacco di head banging. Io meno perché soffro di cervicale. La band di origini armene nata e cresciuta in California capitanata da Serj Tankian infiammerà la Visarno Arena con le tantissime canzoni che sono entrate nelle playlist dei dj rock di tutto il mondo, prima fra tutti Toxicity (inserita nell’album omonimo).

Mai visti dal vivo, vedremo se riusciranno a incantarmi!

Tutte le info in tempo reale le trovate QUI.

Beh, direi che i tre giorni a Firenze saranno ricchi di buona musica e vari generi!

Io non vedo l’ora e come si dice in questi casi: SEE YA IN THE PIT!

 

Pic credits: Firenze Rocks

 

 

 

You may also like